Giovedì 2 Maggio 2019 il governo si è riunito per votare riguardo la reintroduzione di educazione civica come materia nelle scuole dell’obbligo.

L’esito è stato positivo con 451 voti favorevoli e tre astenuti, la Camera ha quindi ufficialmente approvato la legge che istituisce l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole.

Un minimo di 33 ore di lezione per “sviluppare la conoscenza e la comprensione delle strutture e dei profili sociali, economici, giuridici, civici e ambientali della società” e aderire a “Iniziative di sensibilizzazione alla cittadinanza responsabile sono avviate dalla scuola d’infanzia”.

All’interno della stessa votazione è stato approvato infatti l’inserimento dell’educazione ambientale nel DDL Educazione civica.

Sicuramente è un gran passo avanti verso la presa di coscienza già in tenera età della propria posizione rispetto anche all’ambiente che ci circonda, tema a noi caro e campo nel quale abbiamo già iniziato da anni a contribuire con l’aula itinerante di LeoDaVinci.

Attraverso una valida cultura ambientale è infatti possibile lasciare in eredità alle nuove generazioni, a quel punto in grado di comprendere l’importanza delle risorse del nostro pianeta e di preservarle, un ambiente migliore.