inquinamento novara croce verde ambiente non solo pronto intervento 2

inquinamento novara croce verde ambiente non solo pronto intervento 2

Ci siamo recati nella nottata del 9 gennaio presso lo Scalo Intermodale di Novara, per intervenire nell’assorbimento di diversi litri di oli versati dalla rottura di una vasca di contenimento.
Lo Scalo Intermodale non è solo un polo in cui i treni merci caricano e scaricano i loro prodotti sui camion, ma è anche il luogo dove avvengono le varie manutenzioni. 

A causa della rottura della vasca di contenimento, gli oli sversati sono stati contenuti e assorbiti grazie a salsicciotti assorbenti, che sono stati prontamente posizionati anche all’estremità dei canali presenti, evitando cosi il rischio di inquinare ulteriormente le acque; gli oli dispersi in superficie sono stati raccolti con polvere assorbente OKO sorb.

Sono state utilizzate anche delle pompe per la raccolta delle acque residue destinate poi in cisterne e cisternette successivamente dirette a smaltimento.
Ad aggravare la situazione: la pioggia!
Le precipitazioni hanno allungato i tempi di risoluzione dell’intervento e hanno aumentato la pericolosità di esso.

Dopo esserci occupati della parte liquida dispersa in superficie abbiamo anche riscontrato sedimenti di idrocarburi sull’asfalto, sedimenti che in caso di pioggia vengono dilavati e quindi sversati nella rete fognaria causando complicazioni per l’ambiente e per la salute dell’uomo.
Questi sedimenti si presuppone possano essere il risultato di perdite involontarie avvenute durante le manutenzioni effettuate negli anni.
E’ stato di fondamentale importanza, quindi, trattare il piazzale con acqua ad alta pressione e uno dei nostri prodotti disgreganti: Bio Oil Remove, particolarmente adatto per la rimozione e il distaccamento di patine persistenti e compatte.

Concluso il nostro intervento, è stata ripristinata la normale aderenza del manto stradale.

La verifica finale è stata svolta dall’Arpa Piemonte, che ha approvato il lavoro svolto e constatato che l’acqua in uscita dalla rete fognaria interna è finalmente  priva di inquinanti e pulita!

Insieme a noi hanno collaborato altre due realtà impegnate nell’antinquinamento: Soluzioni & Servizi e Biglia Srl!

Vai alla pagina Croce Verde Ambiente

La nostra squadra è prontamente intervenuta nel tamponamento tra due camion, avvenuto nei pressi di Ravenna venerdi 2 febbraio.
Il nostro intervento è durato all’incirca dal primo pomeriggio del venerdì Fino alle 22.30 del sabato.
Uno dei due camion coinvolti trasportava olio e gasolio per un totale di 33mila litri; durante  l’impatto la cisterna si è rotta provocando lo sversamento di 13.500 litri di idrocarburo sulla strada, e quindi a sua volta nel canale e nel campo adiacenti ad essa.
Si è provveduto nell’immediato a rendere agibile la strada, da subito chiusa al traffico in entrambi i sensi di marcia, spargendo uno speciale assorbente in polvere, poi lavandola con un forte getto d’acqua ad alta pressione.
Lo sversamento dei liquidi nel canale ha destato da subito grande timore, vista la vicinanza al mare.
La prima operazione è stata quindi costruire due dighe di terra all’estremità del canale in modo da bloccare la corsa del gasolio.
Successivamente sono stati utilizzati dei salsicciotti assorbenti per “raccogliere” i liquidi; contemporaneamente due spurghi posizionati a monte e a valle aspiravano gli idrocarburi in espansione.
Nelle fasi finali si è provveduto a drenare il canale e a rimuovere repentinamente lo strato superficiale del terreno con scavatori.
I terreni raccolto sono stati poi destinati allo smaltimento.

—>Servizio Croce Verde Ambiente LeoDaVinci

Quando si tratta di intervenire Noi ci siamo, sempre!

In questi giorni siamo impegnati in Liguria a causa di uno sversamento di circa 600 mq di petrolio nel Polcevera, torrente in provincia di Genova che sfocia in porto, ed è arrivato addirittura in mare aperto.

E’ iniziato tutto con un sibilo, raccontano gli abitanti, e poi l’odore di greggio, sempre più forte e nauseante, e l’acqua che ha iniziato a colorarsi di nero.

Il tubo in cui era presente il liquido non ha retto la troppa pressione esercitata da quest’ultimo.

Si tratta di un disastro di livelli nazionale!

Stiamo intervenendo mettendo a disposizione le attrezzature necessarie, fornendo assistenza nel contenimento e nell’assorbimento degli idrocarburi; terminate queste fasi provvederemo alla rimozione degli inerti contaminati.

Abbiamo fornito salsicciotti assorbenti per cercare di contenere ed assorbire il greggio sversato.

Per risolvere le criticità di questo disastro occorrono tempi lunghi e per questo abbiamo inviato sul posto i nostri tecnici con un’esperienza pluriennale accumulata sul campo.

E’ importante, soprattutto in questi casi di emergenza, far affidamento sulla formazione e l’esperienza del personale addetto all’operazione!

 

2016 04 22 sversamento petrolio 06

2016 04 22 sversamento petrolio 05

2016 04 22 sversamento petrolio 04

2016 04 22 sversamento petrolio 03